Arte_chiesa_addolorata

Arte_chiesa_addolorata

August 24, 2009 Arte 0
Chiesa dell’Addolorata torna

Nel centro storico dell’attuale Maratea, in Piazza Cavour, sorge la Chiesa dell’Addolorata, che fu costruita agli inizi del XVII secolo. Lo stile è decisamente barocco, cosa che è riscontrabile già dalla facciata, su cui si aprono un portale e due finestre. All’interno della lunetta che sovrasta il portale va notato un affresco raffigurante la Madonna Addolorata, opera di un pittore lucano del Seicento.

Sempre in stile barocco è il timpano con cui termina la facciata, dotato di tre aperture che ospitano altrettante campane.

Fra le opere d’arte presenti nella chiesa, l’interno della quale è costituito da un’unica navata, risalta l’altare maggiore del Settecento, in marmo bianco intarsiato con marmi policromi.

Non tutti sono benedetti con mani abili e quando si tratta di arte, allora se siete dotati allora non c’è nulla che vi fermi. Hai solo bisogno di avere la fiducia e si dovrebbe essere disposti a imparare. Questa pagina ti insegna come essere un artista.
Non hai bisogno di strumenti costosi per imparare a disegnare. E ‘sbagliato se si dice che è necessario acquistare carte e matite costose per imparare questa forma d’arte. In realtà tutto ciò che serve è passione e determinazione nell’imparare a disegnare.
Il primo passo per imparare a disegnare è non concentrarsi totalmente sulle foto quando si disegna. Dovresti imparare a disegnare qualsiasi cosa che i tuoi occhi possano vedere. È incredibile disegnare immagini della vita reale.

Quando si inizia a disegnare ignorare i dettagli più piccoli per ora. Ut dovrebbe essere importante che disegnano meno in ogni seduta. La maggior parte degli artisti in erba pensa che dovrebbero finire il lavoro su una singola posizione. Questo non è il modo giusto di disegnare. I famosi artisti trascorrono settimane e persino anni per completare un’opera d’arte. Devi lentamente costruire sulla tua creazione. Iniziare con il layout e quindi aggiungere i dettagli.

L’impronta della scuola napoletana risulta evidente sia nel medaglione collocato al centro del paliotto che sullo sportello del tabernacolo, che rappresenta la Pietà e risale al 1786.

E a un ignoto pittore della scuola napoletana è stato attribuito anche “Il Martirio di San Biagio”, un dipinto del XVII secolo posto su un piccolo altare lungo la parete destra della navata. Infine, un olio su tela ritrae la Madonna delle Grazie.

Di fronte alla chiesa è stato collocato, nel 1788, l’obelisco dell’Addolorata. La statua della Madonna, realizzata da un ignoto scultore lucano, poggia su una base a forma di piramide triangolare, sulla quale sono leggibili due iscrizioni in latino.